Mondo Bambini

 

Mondo Bambini - Favole Racconti Fiabe
CALCOLA E COLORA

Unisci i puntini (Numeri)

COMPLETA IL DISEGNO
COPIA IL DISEGNO
CALCA IL DISEGNO
SFONDI DA COLORARE
TROVA GLI ERRORI
LABIRINTI
CALENDARI
SKIN DISNEY
BRICOLAGE
INVITO COMPLEANNO
ETICHETTE LIBRI
ETICHETTE QUADERNI
OMBRE CINESI
blank.gif (130 byte)blank.gif (130 byte)

Pinocchio

Fiabe classiche ed inedite

C'era una volta un pezzo di legno!Di quelli che in inverno finiscono dentro le stufe o nei caminetti.
Nulla di strano,ma...quel pezzo di legno piangeva e rideva come un bambino!
Un giorno capito' nelle mani di mastro Geppetto,un falegname che disse:"Voglio fare un bel burattino".
-Ciao!-fece allora una vocina.-Io sono Pinocchio!
Passata la sorpresa di aver costruito un burattino che piangeva,rideva,diceva bugie come un bambino vero,Geppetto comincio' a pensare alla sua educazione.
Vendutasi la giacca tutta brandelli e toppe,Geppetto compro' l'Abbecedario per Pinocchio.
"Oggi imparero' a leggere" pensava Pinocchio recandosi a scuola,"domani a scrivere e dopodomani diventero' un grande dottore e regalero' al mio buon babbo una giacca con i bottoni brillanti".
Ma lungo la strada,vide un teatrino di burattini e,dimenticandosi della scuola,del babbo e della giacca,Pinocchio si vendette l'Abbecedario.
Con il ricavato,compro' il biglietto ed entro' nel teatro.
I burattini riconoscendolo,gli fecero una gran festa,ma sul piu' bello apparve il burattinaio Mangiafoco che disse:"Con questo legno stagionato,scaldero' la mia cena!".
Ma le marionette pregarono Mangiafoco di ladciar stare Pinocchio;Mangiafoco che non era del tutto cattivo,ma si commosse nel sentire la storia di Pinocchio,lo lascio' stare donandogli cinque zecchini d'oro.
Ma Pinocchio,incontro' il Gatto e la Volpe che volendosi impadronire dei suoi soldi,dissero:"Se seminerai il tuo denaro nel Campo dei Miracoli,presto crescera' un albero pieno di zecchini!"
Pinocchio,che ci era cascato,li segui'.
Cammina cammina,i tre compari giunsero all'osteria del Gambero Rosso,e qui Pinocchio,dopo aver mangiato a sazieta',si addormento'.
"Chi mi paghera' il conto adesso?"-disse l'oste a Pinocchio,vedendo che i suoi amici erano fuggiti".
E Pinocchio pago',dopodiche' corse al Campo dei Miracoli per sotterrare gli zecchini rimasti,ma fu fermato da due ladri,che altri non erano che il Gatto e la Volpe;se non fosse intervenuta la Fatina dai capelli turchini,Pinocchio non si sarebbe salvato!
Pinocchio promise alla Fatina di essere buono e di non dire piu' bugie;ma nonostante tutto le sue avventure non erano finite;infatti un giorno mentre era a scuola,ascoltati icattivi consigli di Lucignolo,il ragazzo piu' svogliato della scuola,Pinocchio parti' per il Paese dei Balocchi.Che bel posto era quello!Si giocava,si rideva..
Dopo un mese di quella vita,Pinocchio si trasformo' in un ciuchino,imparo' a guadagnarsi il pane danzando,ma si azzoppo' e venne venduto a chi voleva farne un tamburo!
Pinocchio che era un asino,vedendo la fine che avrebbe fato,fuggi buttandosi in mare;in acqua Pinocchio da asino si trasformo' nuovamente in burattino.
Galleggiando sulla spuma delle onde,venne pero' inghiottito da un pescecane.
"Caro babbo Geppetto,cara Fatina dai capelli turchini"pensava Pinocchio tra le lacrime nel buio del ventre del pescecane:"se avessi ascoltato le vostre parole,invece di ingannarvi e fare tante birichinate,ora non mi troverei solo,nella pancia di un pescecane,aspettando soltanto di essere digerito!"
Cammina,cammina,nel ventre del pescecane,Pinocchio vide in lontananza un fioco lumicino.
"Chi mai potra' vivere in questa buia caverna?" si chiedeva il burattino.
Che gioia che provo' quando vide che si trattava del suo babbo:"Babbo,babbo,perdonami!"
Pinocchio riusci' a liberare se' e Geppetto dal ventre del pescecane,grazie anche all'aiuto del suo amico Tonno,che trasporto Pinocchio e Geppetto,a riva.
Pinocchio,stanco di tante avventure,divento' bravo a scuola,ed un burattino ubbidiente ed educato.
Aiuto' il suo povero e vecchio babbo fino a quando una bella mattina risvegliandosi :
"Oh!!!"-esclamo' guardandosi allo specchio.-Sono proprio io quel bambino in carne ed ossa?"
Cosi' Pinocchio si trasformo' in un vero bambino,abbandonando per sempre il burattino di legno che un tempo era stato.Cosi' visse felice e contento col suo babbo!


di Collodi

 

indice FAVOLE 1 ...........indice FAVOLE 2

blank.gif (130 byte)blank.gif (130 byte)

Privacy -2005-2015 megghy.net -Tutti i diritti sono riservati